Percorso

PNSD - Buone Pratiche

PNSD - Buone Pratiche

pnsd Piano Nazionale
Scuola Digitale

Flipped classroom model

Senza nome

Al link sottostante viene proposta una mappa concettuale che spiega cos'è e come funziona il modello della classe capovolta (flipped classroom model).

La mappa è realizzata con una web app chiamata Mindomo. Nella mappa è presente anche un video tutorial per imparare a fare mappe concettuali come quella proposta.

Prof. Francesco Barritta

Link:

https://www.mindomo.com/it/mindmap/flipped-classroom-model-eab02f30257247f6bb3fcb83f6195251

 

Piattaforma e-learning EDMODO

Piattaforma e-learning EDMODO

Edmodo viene presentato come un social network per insegnanti e studenti. E’ un buon modo per interagire con gli studenti utilizzando un canale comunicativo a loro più consono. Perchè non sfruttare le potenzialità dei social networks, applicandole alla didattica? Edmodo va proprio in questa direzione, cercando di utilizzare i vari strumenti di condivisione, blog e chat nei processi di insegnamento/apprendimento. E’ un progetto molto interessante pensato esclusivamente per un ambito scolastico, arricchito di tutte le funzioni dei social network tradizionali, ma completamente riadattato per mettere in contatto studenti ed insegnanti. A gestirlo, ovviamente è il docente che ha la possibilità di creare gli account degli studenti e monitorare tutte le loro attività. A facilitare l’utilizzo di Edmodo è un’interfaccia molto familiare, che ricorda molto quella dell’ormai popolarissimo Facebook. Docenti e ragazzi possono quindi condividere file, pensieri e collegamenti a pagine esterne.

Cosa ci mette a disposizione Edmodo:

  • Una libreria dove caricare i propri file da condividere poi con gli studenti.
  • Un calendario dove indicare le verifiche ed i compiti per casa
  • Le valutazioni delle classi (capitolo poco importante in questo contesto)
  • Ci sono anche una sezione per creare e gestire i “Gruppi” (Le classi) ed una per partecipare alle communities (gruppi creati da altri insegnanti per gli insegnanti per lo scambio di informazioni ed esperienze).

Cosa può fare l’insegnante:

  • Caricare nella libreria (magari organizzato in cartelle per argomento) le dispense che vuole condividere con i propri studenti, mappe concettuali, immagini, presentazioni, materiale di qualsiasi tipo (digitale ovviamente).
  • Creare delle note in cui anticipa agli studenti gli argomenti che tratterà durante la prossima lezione.
  • Creare degli avvisi che verranno recapitati come “notifica” agli studenti del gruppo (anche per mail se lo studente l’ha indicata)
  • Assegnare dei compiti indicando il titolo, la descrizione e la data di consegna e/o allegando un documento in qualsiasi formato digitale. O allegando un link ad un video o ad un sito web.
  • Creare dei quiz con domande a risposta libera o vero/falso, anche con domande multiple in cui una sola è quella corretta.
  • Si possono creare dei sondaggi da somministrare alla classe.
  • La piattaforma è raggiungibile al link                                 https://www.edmodo.com/?language=

 

 

IDENTITÀ DIGITALE

IDENTITÀ DIGITALE

Dare un profilo digitale ad ogni persona della scuola non significa solo consentire l’accesso ai servizi digitali del MIUR e delle istituzioni decentrate, cosa in buona parte già possibile. Significa, invece, realizzare un sistema per cui l’accesso al web, ai contenuti e ai servizi diventi unico, semplice, sicuro, sostenibile e, dove possibile, federato con il concorso degli enti locali, in coerenza con le politiche del Governo sull’identità digitale. E soprattutto che sia finalizzato, favorendo la costruzione da parte delle istituzioni, delle scuole e del mercato, di servizi veramente efficienti, per la didattica come per la cittadinanza digitale. L’identità digitale diventa così il modo per rendere più semplice, immediato ed abilitante l’impiego di dispositivi e contenuti, più agile la gestione degli spazi di apprendimento, più sicura l’identità degli studenti (in larga maggioranza minorenni), più diffusa ed aperta al territorio l’educazione stessa.  (www.istruzione.it)

Obiettivi

  • Associare un profilo digitale (unico) ad ogni persona nella scuola, in coerenza con sistema pubblico integrato per la gestione dell’identità digitale (SPID)
  • Associare il profilo digitale di docenti e studenti a servizi e applicazioni semplici ed efficaci, in coerenza con le politiche del Governo sul miglioramento dei servizi digitali al cittadino
  • Ridurre la complessità nell’accesso ai servizi digitali MIUR

#Azioni

 

ANIMATORE DIGITALE

          Animatore digitale

Ambito Formazione e accompagnamento Azione #28

Ogni scuola avrà un "animatore digitale", un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, avrà un ruolo strategico nella diffusione dell'innovazione a scuola, a partire dai contenuti del PNSD

Normativa

 

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Allegati:
Scarica questo file (PIANO NAZIONALE DIGITALE.pdf)PIANO NAZIONALE DIGITALE.pdf[ ]2047 Kb
 

Pon 2014-20

bullismo

Ultimi in evidenza

Cerca nel sito

Calendario eventi

Ottobre 2017
L M M G V S D
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Ultimi eventi

Nessun evento

Portali scolastici

ministero istruzione

iscrizioni online 

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

fse 2014-20

pon in chiaro

indire

699422
Oggi
Ieri
Questa settimana
Questo mese
Tutti i giorni
1234
765
6473
24190
699422

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy